Memoria per laptop

Ti serve un aggiornamento Ram per il tuo portatile? La soluzione è proprio qui. Dalle SDRAM alle DDR4, tutto è a tua disposizione. Seleziona il Produttore del tuo Portatile e migliora oggi il tuo Notebook.

Memoria per computer fisso

Il tuo PC è lento? Scopri tutto quello che c'è da sapere riguardo alla Memoria del tuo Computer Fisso. Scegli il Produttore dall'elenco qui sotto e ti invieremo l'aggiornamento di memoria per la tua macchina specifica.

Memoria per server

Scopri la Ram perfetta per il tuo Server. Crea una soluzione senza eguali per il tuo Server e assicurati che il tuo personale possa lavorare al 100% delle sue possibilità.

Perché acquistare da Offtek?

Offtek offre memorie online dal 1997 e si è rapidamente affermata come uno dei principali fornitori online europei di memorie RAM Memory e unità a stato solido (SSD).

Offriamo la spedizione rapida insieme a una garanzia di rimborso valida per 60 giorni e ci assicuriamo che il tuo ordine sia al 100% compatibile.

Altre informazioni su Offtek

Crediti del settore privato

Offtek è felice di offrire un credito di 30 giorni a tutte le attività commerciali e grandi imprese.

L'elaborazione dell'autorizzazione richiede meno di 24 ore, salvo ricezione del modulo di richiesta compilato e delle verifiche finanziarie.

Scopri di più

Crediti del settore pubblico

Offtek offre crediti istantanei di 30 giorni per tutte le organizzazioni del settore pubblico, incluse:

SSN, comitati, centri educativi e di beneficienza

Scopri di più

Come visto su

Posso mischiare marchi di memorie DDR sul mio PC?

In teoria, non dovrebbero nascere problemi dal mischiare RAM DDR di diversi marchi nel PC. Tuttavia, in pratica, ci sono opinioni contrastanti sul fatto che causi o meno effettivamente dei problemi. Alcuni sostengono che non dovrebbe causare alcun danno, mentre altri ritengono di evitare tale pratica proprio per le conseguenze che comporta.

E allora, guardiamo i fatti…

Entrambi i gruppi hanno ragione, così come entrambi hanno torto; questo perché mischiare marchi diversi di memoria DDRM può provocare problemi in alcuni casi, ma non in tutti. In linea generale, tutti i produttori usano una serie standardizzata di protocolli di memoria per la produzione di RAM DDR ma, in realtà, esistono minime differenze tra ogni marchio.

Queste differenze ‘minime’ possono, tuttavia, causare gravi problemi operativi in termini di reattività, ciclo della CPU e consumo di batteria. Possono inoltre provocare problemi durante le sequenze di avvio e spegnimento del PC, quindi è giusto dire che mischiare i marchi può avere gravi ripercussioni nei casi più sfortunati.


Gli esperti consigliano la pianificazione

Come regola generale, per il potenziamento della RAM del proprio PC, la maggior parte dei professionisti informatici consiglia una minima pianificazione prima di procedere all'acquisto. Se il computer dispone già di una RAM DDR di un marchio particolare, può essere una scelta saggia quella di riacquistare lo stesso marchio. È l'unico modo per essere certi che il potenziamento non provochi alcun problema.


Chi procederebbe comunque a mischiare modelli diversi?

In diversi casi può capitare di voler comunque provare a mischiare marchi diversi di RAM piuttosto che scegliere la via più logica e consigliata:

  1. se qualcuno trova alcune vecchie RAM e vuole vedere se può usarle piuttosto che acquistarne di nuove
  2. se il costo della RAM esistente è troppo elevato da considerare un potenziamento

In entrambi i casi, mischiare i marchi è una grande scommessa. Nei casi più fortunati, non si registrano problemi, ma non esiste alcuna garanzia. Qualora non fosse possibile acquistare una RAM aggiuntiva dello stesso marchio già installato, è consigliabile sostituire le RAM esistenti con quelle di un nuovo marchio. Può sembrare una scelta estrema, ma potrebbe rivelarsi la soluzione più economica.

Quindi, dovresti mischiare RAM di produttori differenti? Gli esperti consigliano assolutamente di evitarlo, se possibile.

Chi ha inventato la RAM?

La memoria ad accesso casuale o RAM, in breve, è l'eroe silenzioso che aiuta ogni PC al mondo a funzionare in modo rapido ed efficace. Questo piccolo chip di memoria, o almeno l'idea alla base di esso, risale a circa 75 anni fa, e rispondere alla domanda relativa a chi attribuire il merito per averlo inventato è un po' più complicato di quello che si potrebbe pensare.

I primi anni
Nel 1940, i computer esistevano solo in edifici governativi, occupavano solitamente le dimensioni di un'auto familiare ed erano in grado di archiviare minuscole quantità di dati secondo gli standard moderni. La memoria a nucleo magnetico, come veniva chiamata allora, utilizzava una serie di anelli magnetici per archiviare i dati in semplici 1 e 0 binari.

L'inventore del prototipo di RAM
Per rispondere alla domanda relativa a chi ha inventato la RAM, quel riconoscimento dovrebbe andare a Robert Dennard, un elettrotecnico americano di Terrell, Texas. Sebbene nella sua forma primitiva e dalle dimensioni approssimative di un libro di testo A4, fu il prototipo di Dennard a dare inizio a tutto.

In attesa di brevetto
Nei successivi 20 anni, l'hardware si è evoluto fino ad arrivare al deposito di un brevetto per il chip RAM nel 1968 da parte del pioniere digitale Jay Wright Forrester, che lavorava insieme agli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (MIT) sul problema della memoria limitata dei computer.

Il brevetto riguardava una cella di memoria DRAM a un transistor, che sappiamo essere piuttosto semplice rispetto alla tecnologia moderna, ma era la prima nel suo genere. Sostituì la memoria a nucleo magnetico e finì per costituire la base di ogni chip di memoria standard al mondo.

La svolta del 1969
Con i primi personal computer commerciali a 15 anni di distanza, la svolta si è avuta negli ultimi anni del 1960 con l'invenzione della memoria ‘a stato solido’ integrata nei circuiti dei computer. Ricorrendo a transistor di piccole dimensioni, divenne possibile memorizzare una quantità di informazioni sostanzialmente maggiore come mai prima di allora. Sebbene sempre in misura minore rispetto a oggi, il principio di base rimane comunque nei moduli di memoria attuali.

Questa innovazione ha portato alla creazione del primo chip RAM da 1 KB da parte di ‘Intel’, una società formata da Robert Noyce e Gordon Moore che diventerà un'importante protagonista nel mondo dei microprocessori, gli stessi attualmente presenti in tutti i PC usati al giorno d'oggi.

I primi Personal Computer
A metà degli anni ottanta, nacquero i primi personal computer riconoscibili, con capacità di memoria notevolmente migliorate. Il primo personal computer Apple Macintosh era in grado di ospitare 128 KB di memoria, un balzo stellare in appena 10 anni. Più tardi nello stesso anno, venne creato il primo chip da 1 megabyte. L'evoluzione stava accelerando rapidamente.

Era moderna
Arrivando al 2016, un PC medio può contare su circa 4 gigabyte di memoria. Sebbene di capacità estremamente superiore, la RAM di oggi non esisterebbe se quei primi pionieri non avessero raggiunto i traguardi di cui abbiamo parlato.

Dove arriveremo tra 5, 10 o 25 anni? Nessuno lo sa, ma chiunque produrrà i primi chip di memoria da 1 petabyte (1000 terabyte) o 1 exabyte (1000 petabyte) lo farà salendo sulle spalle delle grandi menti dell'ultimo secolo.